Notizie.it logo

[Video] - Cosa fare in caso di mancato pagamento biglietto autostradale

punto blu express

In caso di mancato pagamento autostrade sono diversi i modi per mettersi in regola e pagare il pedaggio senza penali, anche online.

Le autostrade italiane sono a pagamento e talvolta può capitare che il pedaggio non venga regolarmente pagato, o per mancata emissione del biglietto al casello, oppure perche la sbarra del telepass non si alza oppure per imprecisioni dovute al sistema. Può di conseguenza capitare che il pedaggio non venga pagato in parte oppure per intero.

Indipendentemente dal caso, una volta premuto il pulsante rosso dell’interfono con l’operatore /senza scendere dal veicolo), viene emesso uno scontrino chiamato in gergo Rapporto di Mancato Pagamento che certifica il mancato pagamento, che attesta appunto il mancato pagamento. Su tale scontrino vi sono anche le indicazioni per regolarizzare la propria posizione debitoria nei confronti della società autostrade. Qualora lo scontrino non venga emesso (ad esempio quando si passa ugualmente da una porta senza che il telepass riesca a ricevere lettura), tramite posta arriva un documento sostitutivo di tale rapporto di mancato pagamento.

Su tale tagliandino vi sono riportati i dati relativi al proprio veicolo, come la classe e la targa, oltre ai dati del transito, esplicati nella data, orario, casello di uscita ed importo da pagare.

Questo “documento” è utile tenerlo sotto mano quando si sta per eseguire il pagamento in uno dei seguenti modi.

Il pagamento avviene online oppure telefonicamente contattando il numero del servizio clienti e seguendo la procedura automatica, tenendo però davanti la pagina del sito www.autostrade.it con l’elenco dei codici delle varie stazioni di ingresso o uscita in quanto vi è la possibilità di autocertificare il casello di entrata o di uscita qualora non si abbia il rapporto. Il pagamento online avviene con carta di credito o postepay.

Solo per alcune Società è possibile un pagamento tramite bonifico bancario specificando numero di targa e numero di rapporto pagamento che si trova sul tagliandino, a CASSA DI RISPARMIO DI FIRENZE intestato a AUTOSTRADE PER L’ITALIA S.P.A. – IBAN: IT79M0616002800100000000398 – CAUSALE: TARGA DEL VEICOLO E NUMERO MANCATO PAGAMENTO.

Altro metodo è quello di recarsi presso un punto blu delle autostrade (solitamente nei pressi di importanti barriere di pagamento e comunque segnalati anche durante il percorso autostradale), oppure quello di andare ad un casello in cui vi è l’operatore o quello di appoggiarsi presso puni SisalPay (tabaccherie, bar) soltanto per le lettere di sollecito di pagamento e non per gli scontrini emessi ai caselli.

Ultima possibilità è quella di recarsi in uno dei tanti uffici postali sparsi sul territorio italiano e versare l’importo indicato sul c/c n° 371500 intestato a Autostrade per l’Italia, indicando nella causale di pagamento il numero di targa del veicolo ed il numero del mancato pagamento.

Il mancato pagamento può essere pagato senza aggravio di spese entro 15 giorni dalla data di emissione dello stesso.

Attenzione perchè trascorso tale periodo, l’importo sarà aumentato degli oneri di accertamento come prevede l’Art. 176/11 bis C.d.S.. Il mancato versamento di quanto dovuto comporterà il recupero forzoso del credito con il conseguente aggravio delle spese a carico del debitore (art. 373 Regolamento al Codice della Strada).

© Riproduzione riservata
Leggi anche

Loading...